ALZO ZERO 2016 

 

Piccole soddisfazioni

 

di Marco Cedolin

 

Forse mai nel corso di una sola sola settimana mi era capitato di avere tante sorprese piacevoli, come quelle di cui ho smodatamente (e senza alcun senso di colpa) goduto durante questi ultimi giorni di giugno in cui la canicola si è sostituita alle raffiche di temporali.

 

Domenica sera è accaduto quello che in tutta onestà mai avrei ritenuto possibile in una realtà che non fosse costituita da un universo alternativo. Il PD, rappresentato da Piero Fassino, con tutta la mostruosa mafia che lo sostiene, costituita da banche, industriali d'accatto, giudici, pennivendoli, coop e faccendieri di ogni risma, ha perso l'amministrazione della città di Torino che da sempre considerava "cosa sua", cedendola a Chiara Appendino, giovane donna di belle speranze del Movimento 5 stelle e pure No Tav, una qualifica che sotto la Mole equivale all'accusa di essere eretici nel regno dell'inquisizione.

 

La scorsa notte nel referendum sul Brexit, dopo mesi di terrorismo giornalistico... commisto al terrorismo reale che ha avuto la propria vittima sacrificale nella persona della deputata laburista Jo Cox, gli inglesi hanno deciso di abbandonare l'Unione Europea al proprio destino che personalmente mi auguro sia quello di franare implodendo su sé stessa in tempi molto brevi.

 

A nulla sono servite le minacce di ogni genere portate dai banchieri, i moniti e le previsioni catastrofiche esperite dai politici di ogni risma e colore, i dotti consigli dispensati quotidianamente dai giornalisti prezzolati e dagli esperti economici a libro paga della UE. Così come a nulla è servito il teatrino mandato in onda ieri sera, con l'ausilio di exit pool fasulli costruiti sul convincimento che i brogli già previsti avrebbero aggiustato la questione portandola sul binario predestinato.

 

Gli inglesi hanno votato per lasciare l'Europa, i brogli non sono riusciti o non sono stati sufficienti e la pletora di giornalisti, politicanti d'accatto ed opinionisti al servizio del padrone hanno potuto disquisire solo per qualche ora di una vittoria che non esisteva, prima di prendere coscienza della realtà e correre a rintanarsi nella loro angusta cuccia, dove trovandosi alla catena non hanno potuto fare altro che sputare veleno ed idiozie assolute per tutta la giornata. Primo fra tutti il sinistro intellettuale Roberto Saviano arrivato a realizzare che il popolo (quello che fino ad oggi ha acquistato i suoi libri) non ha il diritto di fare delle scelte, poiché in passato (come adesso) a suo dire ne avrebbe fatte di sbagliate ed occorre qualcuno "illuminato" che per bonomia scelga al posto suo, qualcuno che naturalmente non sbagli perché sta dalla parte giusta della storia, quella che naturalmente ha scelto lui e che fa vendere i libri.

 

Non sono un fan del Movimento 5 Stelle e non penso che Chiara Appendino o Virginia Raggi faranno dei miracoli o si renderanno artefici di una rivoluzione epocale, sia perché in qualità di sindaci non credo ne avrebbero l'opportunità, sia perché il movimento che rappresentano è molto lontano dal presentarsi come un qualcosa di rivoluzionario. Sono però fermamente convinto che faranno meglio delle amministrazioni che le hanno precedute, cosa tutto sommato facile da vaticinare alla luce della devastazione che il PD ha portato e porta in ogni luogo dove abbia governato o governi nel paese.

 

Alla stessa stregua non mi illudo pensando che il Brexit sia in grado di disintegrare in tempi brevi quel mostro onnivoro chiamato Unione Europea, ma sono fermamente convinto che si tratti di un segnale importante e di una bastonata che si farà sentire, sulla schiena dell'organizzazione a delinquere che sta gettando in mezzo alla strada milioni di cittadini e privando i popoli europei (ridotti a schiavi globalizzati) del diritto ad avere un futuro.

 

Lascio le dotte analisi su quanto accaduto a chi ritiene di averne le capacità ed a chi, pur non avendole, scrive per un padrone ed è costretto a mettere sulla carta quanto gli viene ordinato. Personalmente m'interessa solamente godere per quanto accaduto e rallegrarmi per il fatto che qualche volta i miracoli succedono anche quando non te lo aspetti.

 

27/06/2016


pagina alzo zero

alzo zero anno 2015

home page