ALZO ZERO 2017 

 

 

Venezuela: i primi risultati per l'elezione dell'Assemblea Nazionale Costituente

 

di Attilio Folliero (Caracas  31 luglio 2017)

 

Poco fa, intorno alla mezzanotte, la Presidente del Consiglio Nazionale Elettorale, Tibisay Lucena, ha comunicato i primi risultati per l'elezione dell'Assemblea Nazionale Costituente.

 

I votanti sono stati esattamente 8.089.320, pari al 41,53% degli iscritti al registro nazionale elettorale.

 

Bisogna dire che la giornata purtroppo è stata funestata da numerosi morti ed atti di violenza da parte dell'opposizione. Va detto anche, che come sempre la violenza è stata circoscritta a determinate zone di classe media della città di Caracas e di altre città del Venezuela. Il Ministro della Difesa, Padrino Lopez, in una conferenza stampa ha parlato di 200 centri elettorali (su circa 15.000) chiusi per atti di violenza e della morte di un militare, morto sparato. Nell'est di Caracas, nella Piazza Altamira del ricco quartiere di Chacao, una esplosione ha ferito 8 militari.

 

Di seguito alcune foto relative ad alcuni centri elettorali. A centri elettorali con pochissima affluenza, come al Liceo José Ángel Álamo o al Liceo Alcazar nella zona Candelaria, nel centro di Caracas, dove prevale storicamente l'opposizione, si alternavano centri elettorali con file immense.

 

In pratica l'opposizione non ha partecipato a questa elezione e quindi nelle zone della classe media e alta la partecipazione è stata bassissima; al contrario nelle zone a forte presenza operaia e classi proletarie la partecipazione è stata sostenuta.

 

In conclusione possiamo dire che il Venezuela continua ad essere diviso in due. In una elezione "normale", con la partecipazione di tutti i partiti, quale sarà la prossima elezione presidenziale nel 2018 e con una possibile astensione intorno al 20%, si avrà una situazione di sostanziale parità, attorno al 40%, dei due gruppi di partiti, quelli di governo e quelli di opposizione.

 

In definitiva, sia l'opposizione che i partiti di governo possono vincere, ma la vittoria sarà alla fine sempre per pochi voti e pochissimi punti percentuale di differenza.


Che succederebbe se al governo arrivassero le destre? Alla prossima elezione presidenziale dunque può succedere di tutto, anche che vinca l'opposizione, ovvero i partiti di destra ed estrema destra. Una cosa mi sento di dire: se dovesse vincere l'opposizione, il fascismo, in Venezuela si consumerà un genocidio di grandi proporzioni; le destre farebbero di tutto per sradicare il chavismo: liste di epurazioni e desaparecidos sarebbero all'ordine del giorno. Il tutto nel silenzio generale della OEA (OSA), organismo al servizio unicamente del grande capitale e dell'imperialismo statunitense.

 

Momento esatto dell'esplosione a Piazza Altamira

con 8 militari feriti

Caraacs, Candelaria, Liceo Alcazar: affluenza bassissima

Caraacs, Candelaria, Liceo José Ángel Álamo: affluenza bassissima

Caraacs, Liceo Fermin Toro: larghe file

A Caracas, il Palazzetto dello sport "Poliedro de Caracas" è stato

trasformato in un centro elettorale dove potevano votare i cittadini

di Caracas i cui centri elettorali sono stati chiusi temporalmente

o definitivamente a causa della violenza dell'opposione

Caracas, Palazzetto dello sport

Caracas, Palazzetto dello sport

Caracas, Palazzetto dello sport

 

Caracas, Interno del Palazzetto dello sport, con centinaia di macchine elettorali

Stato Tachira, San Cristobal

Merida, un centro elettroale con lunghe file

Merida: altro centro elettorale affollato

 

Centro elettorale con una lunga fila

Centro elettorale di Caracas con una lunga fila

Centro elettorale con una lunga fila

Centro elettorale con una lunga fila

All'elezione l'elettore è identificato con la carta di identità ed inoltre deve sottoporsi alla lettura ottica delle impronte digitali. Con tale mezzo è assolutamente impossibile votare due volte

Dopo aver votato, gli elettori del Partito Socialista e degli altri partiti che appoggiano il Governo potevano comunicare il proprio voto ai rappresentati dei partiti di governo. Una sorta di sondaggio operato dai partiti di governo per conoscere in tempo reale l'andamento del voto. L'elettore che partecipava a questa sorta di exit poll era identificato attraverso il "Carnet de la patria"

 

 

"Carnet de la patria", i cui dati sono acquisiti elettronicamente attraverso la scansione da cellulare

 

 

 

01/08/2017


pagina alzo zero

alzo zero anno 2016

alzo zero anno 2015

alzo zero anno 2014

alzo zero anno 2013

alzo zero anno 2012

home page