ECONOMIA 2020 

 

L'incommensurabile truffa del governo Conte

di Mario Consoli

Quello che è stato presentato come "poderoso" aiuto dello Stato all'economia reale, quella vera, si è già rivelato una colossale truffa ai danni del popolo.
L'eccezionale evento che ci ha colpito ha prodotto - e sta continuando a produrre - una enorme sottrazione di liquidità all'economia reale (meno produzione, meno commerci, meno lavoro, meno guadagni, meno, meno, meno....).


Il governo Conte ha deciso di "risolvere" il problema garantendo gli istituti di credito che così daranno in prestito, "a strozzo", agli imprenditori le somme necessarie a non fallire e, soprattutto, a continuare a pagare le tasse.


E facendo fare, ancora una volta, ottimi affari alle banche.


I cittadini italiani potranno così, "tranquillamente", restituire in sei anni le cifre ricevute in prestito e scoprirsi sostanzialmente più poveri di tutto il buco economico prodotto dal coronavirus. Un buco che saranno solo loro a dover pagare, e per intero.


È questo il modo di salvare l'economia e tutelare gli interessi del popolo?


Da che mondo è mondo nei periodi di grave crisi (guerre, calamità naturali, epidemie) lo Stato ha sempre affrontato il problema immettendo, a fondo perduto, una liquidità sufficiente a compensare il buco verificatosi.

 

Come? Stampando moneta.


Ma l'Italia di oggi, semplicemente, non può farlo perché ha rinunciato alla sovranità monetaria.


La moneta è stampata dalle banche private, in mano ai finanzieri e agli speculatori e non al popolo.


Occorre riprendere nelle mani dello Stato la sovranità monetaria. SUBITO!


I nostri governanti sono al servizio delle banche e anche oggi lo stanno dimostrando.


Ma le opposizioni cosa aspettano a svegliarsi?

 

07/04/2020


home page

Sommario Economia

archivio economia 2018

archivio economia 2017

archivio economia 2016

archivio economia 2015

archivio economia 2014

archivio economia 2013

archivio economia