INTERVISTE 2014

 

Intervista Cosimo Massaro in occasione del suo ultimo libro “Euro disastro, una catastrofe annunciata”

 

di Davide Caluppi

 

D1 - Cosimo in questi giorni è uscita la tua ultima fatica editoriale dal titolo “EuroDisastro- una catastrofe annunciata”, per la casa editrice Edizioni Sì, collana Exoterica. Ce ne vuoi parlare e, cosa ti ha spinto a scrivere questo libro? Il titolo è eloquente.

 

R1 - Il titolo infatti è eloquente semplicemente perché chi ha voluto questa Europa dei banchieri sapeva benissimo che non la si poteva realizzare in questo modo, se prima non si fosse istituita una Europa dei popoli possibilmente federale. Nel libro troverete citazioni di politici come ad esempio Giuliano Amato (colui che attuò il prelievo forzoso dai nostri conti corrente) che ha affermato durante la sua trasmissione “Lezioni Dalla Crisi” andata in onda sul portale di RAI Educational dedicato all'economia, nella puntata del 06/05/2012, riferendosi all'euro: “...non tutti ci hanno creduto, molti economisti, specie americani,ci hanno detto, guardate che non ci riuscirete non vi funzionerà... ...era davvero difficile che funzionasse e ne abbiamo visto tutti i problemi”.

 

Oppure Bettino Craxi che nel 1997 dichiarò: Si presenta l'Europa come una sorta di paradiso terrestre... arriveremo al paradiso terrestre...l'Europa per noi, ho già avuto modo di dirlo, per noi nella migliore delle ipotesi sarà un limbo e nella peggiore delle ipotesi l'Europa sarà un inferno. Quindi, bisogna riflettere su ciò che si sta facendo, perché la cosa più ragionevole di tutte, era quella di richiedere e di pretendere, essendo noi un grande paese, perché se l'Italia ha bisogno dell'Europa, l'Europa ha bisogno dell'Italia, non dimentichiamolo. Pretendere la rinegoziazione dei parametri di Maastricht.

 

Pertanto leggendo il libro si comprenderà che nulla avviene per caso, tutto è il risultato di scelte consapevoli e frutto di piani ben stabiliti che mirano all'espropriazione delle vere ricchezze dei popoli, attraverso l'utilizzo di una moneta debito che ci ha reso letteralmente schiavi. Quindi un vero e proprio “EuroDisastro” per tutti noi che lo subiamo.   

 

2.    D2 - Sei un esperto e attento osservatore di queste tematiche scottanti che alla grande massa, con la complicità dei mass media, viene tenuta nascosta. Molti siti di controinformazione, giornalisti ed economisti esperti, come Barnard e il Prof. Bagnai, ne parlano per far arrivare il messaggio alla grande platea.

 

R2 - Ti ringrazio per l'esperto, ma sono un semplice appassionato, ricercatore indipendente e divulgatore di tali tematiche. I mass-media purtroppo sono completamente in mano ai poteri forti e hanno il potere di plasmare il consenso a favore dell'èlite, realizzando il pensiero unico e anestetizzando le menti. Questo problema fu già ben evidenziato, in tempi non sospetti, da un nostro grande connazionale, poeta, scrittore e regista Pierpaolo Pasolini. Ma si sa che le grandi menti, riescono a vedere in avanti quello che le menti mediocri purtroppo non possono percepire, pertanto in questo mio ultimo libro “EuroDisastro”, faccio spesso riferimento al problema dell'informazione ufficiale.

 

Sia Barnard, promotore della M.M.T, che il prof. Bagnai sono citati nel mio libro, naturalmente per chi avrà il piacere di leggerlo troverà anche il mio personale parere in merito ad alcune differenze che ci sono tra la scuola monetaria auritiana ( di cui sono un convinto divulgatore) e la M.M.T, oppure con il prof. Bagnai che pur criticando l'euro, a parer mio, è troppo in buona fede nel non vedere che esiste una regia dietro tutto questo disastro economico.

 

D3 - “EuroDisastro- una catastrofe annunciata”, possiamo dire che sia un seguito de “La moneta di Satana” e “La caduta dell’Ultimo Impero”? O è molto riduttivo?

 

R3 - Con “La moneta di Satana” e il suo seguito “La caduta dell’Ultimo Impero”, ho parlato di mondialismo (Nuovo Ordine Mondiale), usurocrazia, signoraggio, moneta debito, scuola monetaria auritiana e spiritualità, attraverso dei personaggi immersi in due romanzi thriller. Questa volta, con “EuroDisastro”, mi sono voluto cimentare in un saggio di approfondimento. La finalità di questo lavoro è di dare ulteriore risalto a tutte quelle informazioni che sono in controtendenza rispetto alle notizie pro-euro diffuse attraverso i canali d'informazione ufficiali. Sono argomentazioni che possiamo ritrovare solo sul web oppure su alcune riviste e libri non allineati agli interessi delle attuali oligarchie di potere, in quanto criticano le modalità con le quali è stata fatta questa Europa dei banchieri, non certo dei popoli.

Nella prima parte spiego la truffa che c'è alla base del nostro sistema monetario e sintetizzo tutto quello che bisogna sapere sull'origine della moneta, la sua realtà materiale e spirituale.

Nella seconda e terza parte sono riportate le dichiarazioni di economisti e politici di varia estrazione culturale, che sono contro questa attuale Europa fondata principalmente su una moneta debito.

 

4.    D4 - È notizia di alcuni giorni, mercoledì 29 gennaio per l’esattezza, che nei palazzi del potere, si è assistito all’ennesimo regalo verso l’alta finanza. In barba ai cittadini. Il sistema ha convertito in decreto il pacco regalo Imu-Bankitalia, rubando 7,5 miliardi di euro dei cittadini per darli alle banche. Il tutto nell’indifferenza dei giornali. Quale è la tua opinione in merito a questa notizia?

 

R4 - In questo periodo storico, si stanno ripetendo fatti che sono già accaduti nella storia, anche nel 1992 con le privatizzazioni si regalarono tutti i cosiddetti “gioielli di famiglia” a gruppi di potere privati. Questo fatto non mi sorprende è semplicemente la storia che si ripete e finché il popolo non si sveglierà sarà continuamente derubato.

 

5.    D5 - Daniel Estulin con il suo famoso “Club Bilderberg”, ha smascherato i tentacoli che si celano dietro il Nuovo Ordine Mondiale. Quanto lavoro c’è ancora da fare per far prendere coscienza alle persone?

 

R5 - Il libro di Daniel Estulin è stato un successo e ha contribuito notevolmente a smascherare come operano gli oligarchi a livello mondiale attraverso alcuni centri di potere come il Bilderberg o la commissione trilaterale. Il suo libro, non è stato il primo a trattare queste tematiche ma ci sono stati tanti altri autori, in precedenza, che hanno denunciato queste cose. Sicuramente, nel caso del “Club Bilderberg”, il suo testo è il più dettagliato.

 

Purtroppo la maggior parte delle persone vivono in una “matrix” e non se ne rendono conto, è l'attuazione del mito della caverna di Platone, pertanto coloro che cercano di risvegliare le coscienze molte volte vengono anche derisi. Occorre del tempo, bisogna continuare a fare “controinformazione” per diffondere il più possibile queste Verità. Solo in seguito potrà generarsi quella sana rivoluzione culturale che partirà dal basso. A tal proposito ci tengo a citare il prof. Auriti attraverso una sua celeberrima frase: “Siamo destinati a vincere perché questa battaglia porta con sé la forza della Verità”

 

6.    D6 - Il Professor Giacinto Auriti, un luminare sul signoraggio bancario, è una figura a cui molti esperti di questi ultimi anni si ispirano. Molti anni fa con i suoi studi e le sue pubblicazioni aveva già previsto il complotto sul signoraggio bancario. Ti sei ispirato in qualche modo, ai suoi studi, alle sue ricerche? Oppure hai letto dei testi di Auriti?

 

R6 - Personalmente la mia stessa vita è divisa da un prima e un dopo Auriti, tutto quello che ho scritto in riferimento all'attuale sistema monetario ha alla base i suoi studi. Il Signoraggio è una cosa reale e scientificamente provata, sono i detrattori che la classificano come tematica da “complottisti”. Dobbiamo riprenderci assolutamente la nostra Sovranità Monetaria e sostituire la moneta debito con la moneta credito garantendo anche un minimo di reddito di cittadinanza. È assolutamente necessario far comprendere ai cittadini che la Banca d'Italia e la Banca Centrale Europea (BCE), dietro le loro ufficiali classificazioni di "enti pubblici", sono in realtà degli istituti privati (vere S.P.A.) autonomi e indipendenti da qualsiasi controllo pubblico.

 

Unici enti che hanno il potere sovrano di emettere moneta. Di conseguenza, i veri padroni delle banche centrali sono un'élite di banchieri privati, non eletti da nessuno, facenti parte di una oligarchia internazionale che attraverso il principio di "autonomia e indipendenza", vero e proprio dogma (nell'accezione negativa, e non positiva, del termine) utilizzano lo strumento del debito pubblico per dominare e schiavizzare i popoli, rimanendo invisibili alle masse.

 

Durante le mie conferenze non esito mai a dire di mettere in dubbio tutto quello che racconto incentivando gli ascoltatori a fare ricerche personali, perché sono sicuro che chiunque si mette alla ricerca della Verità arriverà alle stesse conclusioni. Auriti ci ha fatto capire che il problema monetario prima che essere economico è giuridico. Il docente si è chiesto giustamente: chi è il proprietario della moneta all'atto dell'emissione? Se non si sa chi è il proprietario all'atto di emissione, non si può capire chi è il debitore e chi il creditore, pertanto siamo in presenza di un vuoto giuridico.

 

In questa frase l'accademico spiega l'anomalia insita nello Stato di diritto riguardo ai suoi poteri, evidenziando la mancanza del quarto potere costituzionale, cioè la sovranità monetaria: "Lo Stato di diritto ha considerato nel proprio ordine costituzionale, solo i tre poteri: legislativo, giurisdizionale ed esecutivo. Il quarto potere della sovranità monetaria se lo sono fagocitato, nel silenzio, le banche centrali, S.p.A con scopo di lucro… ecco perché dobbiamo completare la Rivoluzione Francese: la sovranità monetaria va attribuita allo Stato - come Quarto Potere Costituzionale - e tolta alla banca centrale. Non è più tollerabile che, in uno Stato di diritto, la funzione costituzionale della sovranità monetaria sia esercitata da una S.P.A. con scopo di lucro... L'urlo dell'ira deve tornare sulle piazze, davanti alle sedi delle banche centrali e nei Tribunali. Ci dobbiamo riprendere la proprietà dei soldi nostri."

 

D7 - Cosimo, un consiglio per i lettori che ne vogliono sapere di più su questo argomento come il signoraggio. Con l’invito ad acquistare il tuo libro ricco di contenuti e notizie nello specifico.

 

R7 - Non mi sento di dare consigli specifici, perché ognuno deve fare il proprio percorso di vita, personalmente posso solo dire: siate curiosi e non date mai nulla per scontato. Il signoraggio è solo una piccola parte di tante Verità che bisogna scoprire, pertanto in questo caso mi viene da citare Gesù di Nazareth “Conoscerete la Verità, e La Verità vi renderà liberi” Gesù ( Giovanni 8-32)

 

Ti ringrazio per questa tua intervista e per aver consigliato l'acquisto e la lettura del mio testo, per quanto riguarda gli altri miei libri, mi è stato detto spesso che hanno il merito di aver semplificato al massimo questi concetti così ostici da essere compresi. Auguro a tutti coloro che sono alla ricerca della Verità una buona lettura e colgo l'occasione per salutare te e chi avrà il piacere di leggere questo nostro scambio di idee.

 

11/02/2014


home page

pagina delle interviste

Archivio interviste 2013