NOTIZIE 2012

 

Hugo Chávez annuncia una nuova operazione chirurgica ed investe Nicolas Maduro, come suo successore

 

di Attilio Folliero, Caracas, 08/12/2012

 

Hugo Chávez ha annunciato in televisione che deve subire un nuovo intervento chirurgico, per la presenza, nuovamente, di cellule tumorali maligne.

 

Secondo la procedura costituzionale prevista in questi casi, ha chiesto al Parlamento ancora una volta, l’autorizzazione per assentarsi dal Paese. 

Non è abitudine del Presidente irrompere nella vita dei venezuelani la notte del sabato, come ha specificato lo stesso Presidente, ma è stato indotto a farlo per l’urgenza e la drammaticità degli eventi.

 

Il Presidente venezuelano era partito per Cuba lo scorso 27 novembre per sottopoprsi ad un trattamento iperbarico; ma, come ha specificato lo stesso presidente, durante approfonditi esami è emersa la presenza nuovamente di cellule tumorali maligne e quindi la necessità di un nuovo ed immediato intervento chirurgico.

 

Hugo Chávez sta lottando contro il cancro dal giugno del 2011 e fino ad oggi si era sempre mostrato profondamente ottimista di riuscire a vincere la battaglia contro il cancro.

 

Questa volta, però pur affermando di continuare ad avere fede in Cristo per la superazione della malattia (e mentre parlava ha tirato fuori, come d’abitudine, un Crocifisso), ha ammesso la possibilità di una sua inabilitazione permanente e per questo ha pubblicamente investito, come suo successore, Nicolas Maduro, recentemente nominato Vicepresidente della Repubblica e da oltre sei anni Ministro degli Esteri.

 

Nel caso in cui, lui fosse impossibilitato a seguire nella carica di Presidente della Repubblica e, quindi, nella necessità di nuove elezioni presidenziali, ha pubblicamente invitato il popolo venezuelano a votare per Nicolas Maduro ed a rafforzare l’unità di tutto il Paese attorno alla sua figura.

 

I medici, appena scoperta la presenza del nuovo tumore maligno avevano raccomandato il Presidente di sottoporsi immediatamente all’intervento chirurgico, ma Chavez ha preferito tornare a Caracas per qualche giorno.

 

Uno dei motivi che lo ha spinto a tornare, per sua stessa ammissione, è stata la pubblica investitura di Nicolas Maduro, come suo successore nella direzione della rivoluzione bolivariana.

 

09/12/2012


home page

pagina delle notizie

pagina delle notizie 2011